Afredo De Grazia

  

1934

« ... La voce di Alfredo De Grazia, nell'aura di una ricerca e di un abbandono mistico a Dio, intercala il senso dell'amore in un ritmo di immagini nude e rapide nel loro fluire. Poesia autentica alla quale, all'infuori del nostro augurio, nulla possiamo aggiungere, conclusa e pura com'è... ». (Dalla presentazione dell'antologia « Poeti Italiani del Secondo Dopoguerra» - vol. Il, edizione Miano, anno 1958, a cura di Mario Apollonio).

«...Poesia questa di De Grazia che si annuncia sofferta e complessa, e in cui la lezione del filosofo Heidegger è evocata fin dall'inizio. Leggere le liriche di Parola marginale significa allora guardare il mondo con occhi diversi, fuori dallo sguardo che ci propone l'allettante società dei consumi e del divertimento televisivo, quel mondo virtuale che ci nasconde la realtà più vera e che solo una "parola marginale può aiutarci a capire...» (Italo Leone in Cultura e letteratura nel Lametino vol.II pp.32,33 Lamezia Terme 2016)

 

 

 

 

Home

 

Biografia

 

Opere

 

Critica

 

Poesie

 

 

 

 

Bibliografia

 

Fotogallery

 

Nicastro Storia

 

Dove siamo

 

Link


Biografia

Alfredo De Grazia, saggista e poeta, è nato a Lamezia Terme, dove vive, il 30 dicembre del 1934. Laureatosi in giurisprudenza all'Università di Roma, dopo aver esercitato la libera professione, ha scelto l'insegnamento, che ha esercitato quale ordinario della cattedra di materie giuridiche ed economiche presso l'I.T.C. di Lamezia Terme.  Come altri giovani nicastresi, ha affiancato don Saverio Gatti nell'apostolato cattolico volto alla formazione dei giovani e all'apertura della Chiesa conciliare alle nuove istanze sociali. Egli ha sempre sostenuto quest'impegno con un approfondimento culturale a tutto campo e, parallelamente, con la forza di una fede religiosa profondamente sentita. Ha scritto diverse raccolte di poesie e saggi.

 Aggiornato il 27 . 01 - 2017

 Migliore visione  -  Rsisoluzione 1366x768

 Il webmaster