Antonio Iacopetta

       

 1942

 

[...] Iacopetta ha  affinato  alla perfezione il suo  linguaggio e ormai  puņ  maneggire il verso e maneggiare le parole con assoluta padronanza. Ciņ gli permette di sondare  anche il terreno del sublime, oltre che quello del quotidiano, e gli esiti sono sulle pagine, densi di  accensioni, di assonanze, di scintillanti metafore che hanno il sapore della vita. E sono certo che queste pagine sarebbero piaciute a Carlo Bo (Dalla prefazione di Dante Maffia a Minimalmente, Passigli, Firenze 2015)

 

 

 

 

Home

Biografia

 

 

 

Opere

 

 

Critica

 

 

 

Poesie

 

 

 

 

 

Bibliografia

 

 

 

 

 

 

Fotogallery

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sambiase Storia

 

Dove siamo

 

 

   Link

 

 

 Aggiornato il 27 . 01 - 2017

 Migjiore visione  Rsisoluzione 1366x768

 Il webmaster