Davide Galli

  


1940-2017

Le liriche di Galli sono affreschi spontanei "d'amore, di vita e di colore" che esprimono la profonda concezione morale della vita attraverso il legame che ognuno ha con le sue origini. La loro lettura si impone d'un fiato perché collegate con semplicità naturale all'universo dei sentimenti più veri,lasciando anche trasparire gradevoli e garbati insegnamenti .(Dalla prefazione al volume Poesie d amore, di vita e di colore del Sen. Edoardo Saporito)

Home

Home

Biografia

Biografia


Opere

Opere


Critica

Critica


Poesie

Poesie




Bibliografia

Bibliografia







Fotogallery

Fotogallery





Storia di Nicastro

Nicastro Storia





Mappa

Dove siamo



Link

Link


 

Biografia


 

Davide Galli, nato in Calabria а Vibo Valentia il 30 settembre 1940, primogenito di cinque figli, compie i primi studi in Lamezia Terme già Nicastro, paese d’origine е residenza del padre e del nonno Davide Galli, stimato pedagogo calabrese cui il Governo conferisce la Medaglia d'ого per l'Educazione Popolare nel Meridione d’italia.

Interrompe la tradizione di famiglia della carriera militare dei primogeniti, tra i quali, ultimo prima di lui, lo zio Italo Galli, Maggiore dell’esercito, eroe e martire di Cefalonia, е rinuncia аll’Ассаdemia per sposare, giovanissimo, la. donna che ama.

Diviene avvocato e manager pubblico.

А Parigi la nobiltà francese lo insignisce "...de la qualitè de Commendateur de Justice...".

Fonda e organizza i Sindacati Nazionali della Pubblica Funzione Direttivo-Dirigenziale del Parastato di cui e Segretario Generale. È parte del triunvirato che crea la Confedir: lа Confederazione Sindacale dei Dirigenti e Direttivi Pubblici Italiani collegata con l'Organizzazione Sindacale Europea dei Pubblici Funzionari con sede а Parigi.

A Roma, fonda, la rivista "Pubblica Funzione".

In Italia è nominato membro del Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro.

Fu affettuoso confidente del padre, il poeta calabrese Dario Galli, celebrato dall’Università Lametina della terza età, е della. madre Irma Giordano, figlia del Generale Emanuele Giordano, fautrice in Calabria, nel periodo post – bellico, della lotta contro l’analfabetismo.

Sopravvive alla neoplasia da fumo per merito del "Centro Riferimento Oncologico" di Aviano е dell’oncologa dott.ssa Alessandra Bearz, del chirurgo Massimo Martelli, della figlia Daria e del di lei marito Massimo Bondanini medici in Roma, della seconda figlia Irma e della moglie Maria Falvo D’Urso.

Ed è durante la lotta per la vita che scrive, in Aviano, alcuni dei suoi versi più belli tra cui la lirica dell’affascinante e sensuale "Morte"…

Fonda in Calabria, appena convalescente, la società "Galli" per aprire nella Regione una fabbrica orafa onde contribuire ad alleviare nella terra d’origine la piaga della disoccupazione. Ma una serie di amare circostanze ritardano il compimento del progetto e danno spunto al poeta di sfogare la delusione nella "Operetta breve di fatti e misfatti” piccolo arguto capolavoro di vita vissuta che sottotitola "La Società”


Nel contempo Davide Galli hа completato le opere "Poesie della saggezza" е ''Роеsie dell’altro Io"

[.....]


Muore a Roma ìl 9 dicembre 2017

(Dalla prefazione al libro: Davide Galli- Poesie d’amore, di vita e di colore” F.lli Gigliotti Editori, Lamezia Terme, 2005 a cura del Senatore Docente Universitario Learco Saporito)


 Aggiornato  11 - 11 - 2018

 Migliore visione -  Risoluzione 1366x768

 Il webmaster