Gaspare Caputo

         

1945


[...] Il poeta rievoca paesaggi, personaggi, affetti dell'infanzia e giovinezza, consapevole del tempo che non ritorna più e distrugge persone e cose, e questi ricordi li vuole strappare alla dimentcanza, li accarezza nell'animo, ce li fa amare.[...]
[...] Il suo vernacolo ha l'autenticità e la sincerità di chi lo ha parlato, lo ha ricordato anche nella lontananza e lo ha amato tanto da formulare spontaneamente in quella lingua i propri pensieri 
(in Italo Leone in Cultura e letteratura nel Lametino vol. 2° pp.200, 201)

 

 

 

 

 

Home

Biografia

 

 

 

Opere

 

 

Critica

 

 

 

Poesie

 

 

 

 

 

Bibliografia

 

 

 

 

 

 

Fotogallery

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Martirano Storia

 

Dove siamo

 

 

   Link

 


 

Biografia

Gaspare Caputo nasce a Martirano Lombardo il 14 aprile del 1945 e qui vive un'infanzia felice, circondato dall'affetto dei nonni e dei cugini.Ultimate le scuole elementari, comincia la sua avventura di pendolare da Mrtirano a Nocera Terinese per poter frequentare le medie inferiori, finite le quali si stabilisce a Nicastro e da qui, conseguita la Maturità classica se ne va a Messina per dedicarsi agli studi di Medicina e Chirurgia.

Laureatosi nle 1970, l'anno successivo viene assunto come assistente presso il Pronto soccorso nell'Ospedale Civile di  Lamezia Terme. Da qui passa nella Divisione di Chirurgia Generale diretta allora dal prof. Gianfranco Virgillo.

Nell'ottobre del 2008, in seguito ad episodio di ictus cerebrale è stato costretto a lasciare la professione.

Datato di grandi doti umane e culurali, Caputo si è fin da giovane appassionato agli studi storici e letterari, curandoli parallelamente a quelli professionali. Ha collaborato alla rivista Storicittà con scritti sul poeta di Martirano Franco Berardelli, e di altri eminenti poeti calabresi come Costabile, Pane, Mastroianni, Pelaggi, Dario Galli, Palmieri, Vono


 

 Aggiornato il 14 . 04 - 2019

 Migjiore visione   Rsisoluzione 1366x768

 Il webmaster