Lina Latelli Nucifero

  

1939

[...] Lina Latelli ripercorre la sua anima sul filo magico della memoria e ne fissa gli "stati" in un tempo che non ha stagioni definite e definitive, ma è il suo tempo, il tempo dello spirito, il tempo della poesia, che in ultima analisi, finisce con l'identificarsi nel tempo infinitesimale ed eterno che è il mpmento creativo [...] Dalla prefazione a Il Canto delle Sirene di Pina Majone Mauro.                      

"La poesia di Lina Latelli Nucifero  [...] è abitata da luoghi ed eventi che, nell'esperienza del dolore, hanno segnato profondamente il suo rapporto estetico col mondo e le cose che del mondo marcano i  contorni. Ma il dolore che la poetessa svela e nasconde tra i versi non è soltanto una descrizione di uno stato d'animo, ma l'elaborazione panica di un dialogo mai interrotto con la figlia scomparsa, Alida. [...] Lo stato d'animo personale [...] s'incanala tuttavia in una dimensione più ampia in cui il dolore diventa cosmico [...], forza di saper guardare  ciò che è duraturo e ricerca dell'altro in un afflato fraterno. Dalla conferenza Il mondo poetico di Lina Latelli Nucifero di Tommaso Cozzotorto

 

 

 

 

Home

 

Biografia

 

Opere

 

Critica

 

Poesie

 

 

 

 

Bibliografia

 

Fotogallery

 

Nicastro Storia

 

Dove siamo

 

Link


Biografia

Lina Latelli Nucifero nasce a Lamezía Terme, dove vive. Laureata in Lettere presso l'Università di Messina, ha svolto la professione di docente ordinaria di Italiano e Storia. Fa parte di Accademie culturali. Sue poesie figurano in diverse pubblicazioni antologiche, tra le quali: Poeti & Poesia, Percorsi di Poesia, Il Calamaio, Poeti italiani nel mondo, Italian poets, Tanto gentile e tanto onesta pare, Al centro delle parole, Oltre le barriere, Dizionario della letteratura italiana del '900, Storia della Letteratura italiana e Dossier Poesia 2010. La sua passione per la poesia risale agli anni dell'adolescenza e si è intensificata via via lungo l'arco della vita. Ella è sempre attenta alle suggestioni, alle voci e alle immagini che, come folgorazioni improvvise, affiorano a livello di coscienza da quell'abisso imponderabile che è l'animo umano: da qui, ella ha estratto le migliori energie dedicate alla poesia e presenti nella sua opera prima Il canto delle sirene, pubblicata nel 1997 che, accolta favorevolmente dal pubblico, è stata bene recensita da vari critici e più volte premiata con prestigiosi riconoscimenti nazionali e internazionali. Attualmente, svolge l'attività di giornalista ed è collaboratrice del Quotidiano della Calabria. Studiosa di Letteratura Meridionale, è autrice di saggi su poeti e scrittori calabresi del '900. Collabora, inoltre, con le riviste on line Sinestesie, Scriptamanent della Casa Editrice Rubbettino, Calabria Letteraria e altre riviste letterarie.

La sua vita è stata attraversata da grande e ripetuto dolore: la perdita della giovanissima e amata figlia Alida, prima,  e  poi, a breve distanza,  quella del marito che non era riuscito ad elaborare il lutto per la morte della figlia.

 Aggiornato il 27 . 01 - 2017

 Migliore visione  -  Rsisoluzione 1366x768

 Il webmaster