Vincenzo Villella

  

1947

[...]Vincenzo Villella invita l'intellettuale a non stare chiuso nella sua torre perché l'isolamento è un mancamento e anche il silenzio ha i suoi echi. L'uomo qui proposto non è un essere astratto, il tomista, il puro cartesiano, ma quello che mantiene il profumo della memoria, della storia, del passato, dell'esperienza individuale, del vissuto con tutto il suo peso e il suo spessore. Dalla prefazione di Antonio Piromalli a Camminare pregando

 

 

 

 

Home

 

Biografia

 

Opere

 

Critica

 

Poesie

 

 

 

 

Bibliografia

 

Fotogallery

 

Conflenti Storia

 

Dove siamo

 

Link


Biografia

   Vincenzo Villella è nato a Conflenti (CZ) nel 1947, dove ha frequentato i primi anni di scuola col maestro Francesco Ferlaino, di cui conserva un grato ricordo.

   Essendo un alunno capace e volenteroso, le suore del Cottolengo di Conflenti, convinsero i suoi genitori, onesti e laborosi contadini, a fargli continuare gli studi all'Istituto dei Tommasini a Torino, presso la Casa della Divina Provvidenza del Cottolengo. Il suo profitto scolastico gli fece ottenere diversi premi e qualche borsa di studio, messa a disposizione da privati.

   Gli anni trascorsi a Torino, furono,tutto sommato, anni indimentcabili, con gite sulle Alpi, al traforo del monte Bianco, a Courmayer, al Monviso,etc,  malgrado il freddo intenso che egli mal sopportava.

   Alla fine del secondo anno di liceo, per motivi familiari, dovette rientrare al suo paese, completando gli studi liceali a Nicastro nel 1966.

   Iscrittosi alla facoltà di lettere della Federico II di Napoli, ne uscì laureato nel novembre del 1970, iniziando prestissimo l'attività d'insegnante e trovando anche il tempo di conseguire altri due diplomi di specializzazione, in storia dell'arte e in storia dell'architettura.

   Attualmente vive a Lamezia Terme, dove continua il suo lavoro di storico, iniziato già fin dagli anni giovanili. Al suo attivo sono numerosissime opere di storia locale,  storia geografica locale o ecosofia - come ama definire il campo delle sue ricerche - e numerosi articoli su riviste e quotidiani che costituiscono un prezioso contributo per la conoscenza del territorio lametino e della storia calabrese.

   Ha partecipato e continua a partecipare a numerosi convegni e dibattiti storico-letterari, facendosi conoscere ed apprezzare in tutta la Calabria

 Aggiornato il 30 . 09 - 2017

 Migliore visione -  Risoluzione 1366x768

 Il webmaster